Interview #2 - Incidere col fuoco

18:25 2 Comments A+ a-

Eccoci qua con un'altra intervista.

Questa settimana non potevo fare a meno di invitare lei, la maga del pirografo.
Ma cos'è la pirografia? E' un' arte antica. Dal greco: "scrittura col fuoco", è una tecnica d'incisione, per mezzo di una fonte di calore, su legno, cuoio, sughero o altra superficie, praticata già in passato usando punte di ferro arroventato.



Lei è una mia amica, si chiama Alessandra e viene da Lecce. Da sempre appassionata di disegno e arte, ha studiato al Liceo Artistico "V. Ciardo".
Ha una capacità incredibile di disegnare sul legno con un'attenta pulizia e cura dei dettagli. Ritratti di persone, animali, nature morte e quant'altro prendono forma sulla superficie con grande realismo.


Da pochi giorni ha inaugurato il suo sito www.pyrographart.jimdo.com/ e per festeggiare ho voluto farle qualche domanda per presentarla anche a voi.

Iniziamo..

- Una parola che ti definisca?
• Ne serve soltanto una? Va bene: anormale! Forse non è una parola bellissima, ma racchiude molto di me. Dico Anormale perché mi rende felice pensare ed essere un po' fuori dagli schemi, perché mi piace donare un po' di questa mia follia per rendere un pizzico più sereno chi mi è accanto, perché mi piace fare qualcosa di diverso per rompere la monotonia e sentirmi viva. 

- Qualcuno ha influito sulla tua passione per il disegno e i tuoi studi artistici?
• Diciamo di si. Sin da piccola scarabocchiavo sui tovaglioli che mia nonna metteva a tavola e che puntualmente doveva gettare. Poi crescendo guardavo la mia sorellina più grande che era (ed è) un mostro nel disegno.. Arrivata alla svolta, non potei far altro che scegliere una scuola d'arte! ..avere tra le mani una matita, un pennello o una punta arroventata ormai è parte di me!

- Come hai deciso di dedicarti alla pirografia?
• Bella domanda! Non lo so nemmeno io per la verità! È stato un caso. Volevo regalare un qualcosa di particolare alla mia dolce metà, e mi ricordai che, da qualche parte sepolto in casa, doveva esserci un "pirografo" (che detto tra noi era un saldatore). Da allora è stato amore a prima bruciatura!

- Ricordi della tua prima opera? E quella che ti è piaciuta di più?
• La mia prima "opera" (si può chiamare opera???) è stato il regalo per il mio fidanzato, con tema Signore degli Anelli. Era su un pezzo di legno raccattato da papà. Non era un granché, ma da qualcosa bisogna pur iniziare! È passato solo un annetto e mezzo da allora, ma sembra un'eternità. 
È difficile dire quale sia il lavoro che più mi è piaciuto.. Trovo sempre il pelo nell'uovo, per me c'è sempre qualcosa che non va e cerco di fare sempre meglio.. Diciamo che ce ne è una che mi è rimasta un po' più nel cuore, il ritratto di Carlos Santana.. Mentre prendeva forma dal legno pensavo alle mie chitarrette messe in bella mostra in camera.. Quell'opera rappresenta un po' quello che avrei voluto essere. 

- Da cosa trai maggiore ispirazione?
• Questa è facile. Dagli occhi del mio amore mentre mi guarda lavorare (è una sensazione inspiegabile) e dalla musica! Per me ogni lavoro ha bisogno di una musica appropriata, ha bisogno di una particolare voce e deve darmi la carica. Ogni lavoro mi porta via dalle 30 alle 50 ore, la musica è una benedizione per me!

- I tuoi prossimi sogni o progetti?
• Riuscire a portare avanti, a piccolo passi, quello che sto facendo ora cercando di migliorarmi.. Perché nonostante la fatica, mi fa star bene e mi rende felice. Questo per ora è il mio sogno/progetto, magari è piccolo, ma vorrei che continuasse!

- Che consigli daresti a quelli che iniziano?
• Di avere tanta tanta tanta pazienza! La pirografia va fatta per gradi, è un po' come un disegno a matita che ti bruciacchia in po' le dita e non può essere cancellato. Molto spesso si sbaglia per un niente e non si può rimediare.. in quei momenti vorresti buttare tutto all'aria! Basta fare un respiro profondo e riprendere da dove si era rimasti! Sono ancora una novellina in questo settore, ho ancora moltissima strada da fare. Ma con la costanza qualche risultato, ogni tanto lo si vede!


Grazie della disponibilità Ale e un grande augurio di buona continuazione!


Adesso lascio a voi giudicare la sua bravura. Correte a sbirciare tra le sue pagine:
 



2 commenti

Write commenti
Alessandra Le
AUTHOR
3 aprile 2014 21:16 delete

Sei un tesoro! <3 E la maga sei tu!

Reply
avatar
La Nadia
AUTHOR
4 aprile 2014 09:56 delete

Troppo gentile! :*

Reply
avatar

Lascia un commento..